Poi anche il dolore passa e lo stupore
per il corpo che cambia,
e si scopre che non questo conta,
ma solo il tempo presente,
prezioso più dell’intera giovinezza.
Questo ci diciamo camminando
nel dopocena dolce dell’estate
– con la falce affilata della luna
che tramonta e s’arrossa tra le case,
bella come nelle fiabe d’Oriente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...