a mme me fa paura sul’ ‘o fesso

Non mi crederebbe mio papà
se gli raccontassi la paradossale
vicenda in cui sta franando
in questi giorni lo stellone d’Italia
– i nuovi eroi amati dalle folle
i loro ghigni, le bestialità.
Io da bambina gli credevo solo
con beneficio d’inventario
quando narrava le prodezze
dei bestioni in orbace dei suoi tempi.

Ma lui è vecchio, e tra vecchi
ci si intende. Forse come Ceronetti
definirebbe diarchia dei fessi
questa vecchia novità che torna
a trascinarci orrenda verso il peggio.
Un giudizio tremendo, non bonario,
perché il fesso, che si sa è maggioritario
e trasversale, è il solo che davvero,
come spiega Eduardo, fa paura.
‘A paura mia (di Eduardo De Filippo)
Tengo nemice? Faccio’o paro e sparo…
‘E ttengo mente e dico: “Stongo ccà!”
E nun tremmo si sent”e dì: “Te sparo!”
Chillo c”o ddice, ‘0 ddice, nun’0 ffà.
Si è p”o buciardo, nun me movo, aspetto.
(‘A buscia corre assaie, ma campa poco).
‘O vuò vedè? ‘0 canusce comm”o “sette”,
va pè parlà’, se fa una lamp”e fuoco.
‘A calunnia? E chella è un venticello,
dico vicin’a’o viento: “Nun sciuscià?”
Quann’ha fatt”a sfucata vene’o bello,
allor’accuminciamm’a raggiunà.
E manco’a morte, si me tene mente,
me fa paura. ‘A morte è generale.
Ll’uommene sò rumanze differente,
ma tenen’una chiusa, unu finale.
M’arrobbano? Arreduco mmiez”a via?…
Ì fatico e addevento chillu stesso,
ma, quanto voglio bene a mamma mia,
a mme me fa paura sul”o fesso!

TRADUZIONE
Ho nemici? Faccio il “pari e dispari”,
li tengo a mente e dico: “sto qua!”
E non tremo se sento dire “ti sparo!”
Chi lo dice, lo dice, non lo fa.
Quanto al bugiardo, io non mi muovo, aspetto.
(La bugia corre molto, ma campa poco).
Lo vuoi vedere? Lo riconosci come il “sette”,
come fa per parlare, si fa una vampa di fuoco.
La calunnia? E quella è un venticello,
dico al vento: “non soffiare”?
Dopo che s’è sfogato, viene il bel tempo,
e allora cominciamo a ragionare.
E nemmeno la morte, se mi sta puntando,
mi fa paura. La morte è generale.
Gli uomini sono romanzi differenti
ma hanno una sola chiusa, un unico finale.
Mi derubano? Finisco in mezzo a una strada?
Io lavoro e ridivento quello che ero;
ma, per quanto voglio bene a mamma mia,
a me  fa paura solo il fesso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...