L’ombra rincagnata e sorridente
di Socrate, nientemeno, conversava
con me, sostando ogni tre passi,
lungo una salita mediterranea,
ieri notte. Stanotte era invece
un dotto averroista in barracano,
nel bianco e nero di vie cittadine,
tra un va e vieni di tram e biciclette.
I discorsi non li ricordo,
né potevano essere gran cosa
nascendo tutti dentro la mia testa.
Ma la loro presenza e il camminare
all’antica discutendo, a lungo
m’hanno lasciato nel giorno conforto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...