Qualche futile talento, a volte
un’intuizione, un lampo, una parvenza
di qualcosa che quasi –
e poi si affloscia come un aquilone
quando si smorza il vento
– e noi si resta con i nasi all’aria,
poeti senza genio,
a riavvolgere i fili sulla riva.

 

2 thoughts on “

  1. Giovanni Monasteri ha detto:

    Toglierei assolutamente “poeti senza genio”. Anche perché è inutile nella poesia.

  2. arden ha detto:

    Somiglia al paradosso del mentitore questo tuo commento:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...