approssimarsi del perigeo speciale

Mi mandano sms sulla luna,
le amiche, uscite oggi con il cane
– o  ferme un tempo in auto sopra un ponte
a un semaforo lento che non varia.

Non l’hanno mai vista così in luce.

È vicina sempre più vicina,
come venne una volta – e poi mai più –
quando ero una bambina di tre anni
– e chissà se la videro quell’anno
loro almeno, papà e mamma,
in quel gelo di gennaio.

Come è dolce il pensiero che i pensieri
anche loro si facciano vicini
e s’incontrino, si incrocino in ellisse,
ritrovino il passato nel presente
– e i volti, gli sguardi si confondano
nel silenzio stupito della luna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...