post scriptum

La notte preludeva a questo giorno,
perno, come certi terremoti,
di un calendario del prima e del dopo.
Anche senza pensarci,
non posso fare a meno di saperlo.
Ma ci penso, ogni volta.
Solo che le cause in primo piano,
troppo note da sempre, molto spesso
si scartano per eccesso di evidenza.
Grondava la luna questa notte –
usciva dal ruscello e dal fango
della bambina Ofelia,
dal compianto della regina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...