L’altro giorno, di ritorno da Tessera,
per non riavventurarmi in autostrada,
mi sono persa tra svincoli e rotonde
tra Mestre e la Riviera,
uscendo infine ormai quasi stremata
tra Mira e Dolo, credo.
Splendeva primavera
sulle verdi scarpate lungo il fiume,
le ville dolcemente appisolate,
qualche barca attraccata.
Eppure, non so come, la bellezza
era assente, latitava – forse
un malumore, un mal di testa forse
(nel dopopranzo, tutto questo sole),
magari, chi lo sa, un bisogno urgente,
oppure solo dei ritocchi al trucco.
C’era al suo posto solo una sua effigie
un po’ scrostata, un manifesto vecchio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...