occhi

Non sei invisibile, mi avverte
con un Oops disinvolto e indifferente
il sito della posta – o delle mail.
Quante cose dovrei, se ritornasse,
spiegare a mia madre, rimasta ai tempi
degli inchiostri, delle carte asciuganti
e dei postini. E chissà, può anche darsi
che mi vedrebbe, dopo che per anni
io le fui invisibile – come per me,
dietro il nero schermo dei suoi occhiali,
i suoi occhi, che cerco con la lente
in foto giovanili, o disegno con la biro
ai bordi dei foglietti e delle buste
su cui scrivo appunti e scarabocchi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...