Un’aria carezzevole e leggera
traveste questo agosto come un maggio
fiorito di oleandri e fiori lilla,
né manca qualche rosa.
Mi sento stamattina una ragazza,
e me ne andrei felice lungo il fiume
a farmi baciare dal bel sole
o a ragionar d’amore con la musa.
Ma mi ritrovo ceppi alle caviglie
e, prigioniera dell’età provetta,
resto a guardare maggio alla finestra
– o come un cagnolino col guinzaglio
mi contento del passo corto e incerto
del mio padrone che, lento e senza fretta,
arriva solo al bar qui sotto casa.

One thought on “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...