un terzo punto di vista

(La scena è in un carcere, alla fine del 1500. Il boia ha ricevuto l’ordine di tagliare la testa a un certo Bernardino, vecchio ospite della prigione, in cui gode di una certa libertà di movimento e di bevute. La stanza è quella dell’esecuzione, con il ceppo già pronto, e da lì l’inserviente del boia si affaccia a chiamare Bernardino – di cui prima si sente la sola voce, e che poi entrerà in scena).

Inserviente – Mastro Bernardino! Alzatevi, su, che dovete essere impiccato, Mastro Bernardino.
Boia – Ehilà, su Bernardino!
Bernardino – Vi venga un cancro in gola! Cos’è tutto questo casino? Chi siete ?
Inserv. – Amici, signore. Il boia. Abbiate la gentilezza di alzarvi, signore, e farvi mettere a morte.
Bernardino – Fuori dai piedi, mascalzone! Fuori! Sto dormendo.
Boia – Digli che deve alzarsi, e fare presto anche.
Inserviente – Vi prego, Mastro Bernardino, svegliatevi giusto quel tanto che basta per farvi far fuori, che potrete dormire dopo.
Boia – Su, va a tirarlo fuori.
Inserviente – Sta venendo, sta venendo. Sento il rumore del pagliericcio.
Bernardino (entrando) – E allora, boia? Com’ è che la va?
Boia – In verità, signore, vi consiglierei di chiudervi in preghiera. Perché è arrivato l’ordine per l’esecuzione.
Bernardino – Ehi tu, furfante, io ho bevuto per tutta la notte. Non sono in condizione.
Inserviente – Anzi, tanto meglio, signore: chi beve tutta la notte e viene impiccato di primo mattino, può dormire sodo per tutto il giorno dopo.
Boia – Ecco, guardate, signore, sta arrivando anche il vostro padre
spirituale. Che ne dite? Pensate ora che stiamo scherzando. Eh?
Frate – (…) Sono venuto a consigliarvi, a confortarvi, a pregare con voi.
Bernardino – Ah, no, frate! No. Io ho bevuto duro per tutta la notte. Ho bisogno di più tempo per prepararmi, o dovranno strizzarmi fuori il cervello a colpi di ceppo. Quel che è certo, è che io, a morire oggi, non dò il mio consenso.
Frate – Oh, ma non potete evitarlo, signore. Perciò, vi prego, guardate dinnanzi a voi, al viaggio che dovrete intraprendere.
Bernardino – Sono deciso irremovibilmente a non morire oggi. Lo giuro. E non c’è uomo che possa convincermi.
Frate – Ma, ascoltate….
Bernardino (uscendo) – Non una parola di più. Se avete qualche cosa da dirmi, venite nella mia cella: che io di lì, per oggi, non mi muovo.

(Shakespeare Misura per misura, Atto IV, sc.3)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...