Consumati i risparmi, ora coltivo
propositi di nuova leggerezza.
Abituandomi al digiuno, conto
di farmi scivolare intorno ai fianchi
qualche gonna dell’antica taglia
non più indossata ormai altro che in sogno.
Sogno di rispecchiarmi alle vetrine
simile a quella asciutta signorina
un poco svanita e demodè
che da bambina immaginavo
sarei stata in questi magri anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...