la storia insegna

Uno spettro si aggira per l’Europa
– no, non più quell’obsoleto sogno
malandato degli ingenui bisavoli,
la società di uguali, l’utopica
fraternità che sventolava
sulle bandiere di due secoli fa.
Oggi, che anche la solidarietà
è vocabolo uscito fuori moda,
lo spauracchio nuovo è la presenza
di troppi vecchi, inutile zavorra,
spreco che grava sui bilanci
deprime crescita e sviluppo, affonda
le speranze, toglie spazio vitale
all’ansimante futuro.
Ma sursum corda!
dal recente passato vilipeso
si riaffaccia l’efficace soluzione
razionale del problema: nei paesi
nostro modello e guida, motori
della nostra arrancante economia,
storici maestri di efficienza,
è già iniziata la deportazione
di questa oziosa umanità scaduta.
Niente di truce, niente di incivile:
se ne discute in tono sereno
con discorsi persuasivi e pieni
di bei ragionamenti a largo raggio,
come fosse la cosa più normale.
I vecchi si può metterli sui treni
– bei vagoni, non carri bestiame –
e mandarli dritti a quel paese
– in Thailanda, per dire, coi monsoni
o in Ucraina dalle miti stagioni –
e sistemarli in apposite strutture
– efficienti, s’intende – e mentre noi
ce li togliamo infine dal pensiero,
loro, per i fatti propri, lontani
dagli occhi e anche dal cuore,
attenderanno, non ci riguarda come,
il turno per la loro cremazione.

2 thoughts on “la storia insegna

  1. linodigianni ha detto:

    lo metteresti in vento largo?saresti molto gentile..credo che il problema nuovo sia questo,ma non riguarda chi ha i soldi..in giappone, privi di problemi morali, esistono isole apposte ben attrezzate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...