Batte i suoi colpi alle pareti
il vento, e smuove i vasi
fa tremare i vetri –
lo confondi quasi con i cupi
sussulti del terremoto –
ma quando è la sua mano
che solleva il terreno sotto i piedi
non ti confondi,
e il vento pare quasi gentile
nel suo tocco, e più bonario e umano.

2 thoughts on “

  1. Giovanni Monasteri ha detto:

    ..,.Rileggendola, forse…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...