Tomas Tranströmer

Pagina di libro notturno

Sbarcai una notte di maggio 
in un gelido chiaro di luna
dove erba e fiori erano grigi
ma il profumo verde.

Salii piano un pendìo
nella daltonica notte
mentre pietre bianche
segnalavano alla luna.

Uno spazio di tempo
lungo qualche minuto
largo cinquantotto anni.

E dietro di me
oltre le plumbee acque luccicanti
c’era l’altra costa
e i dominatori.

Uomini con futuro
invece di volti.

Poesia dei Tomas Tranströmer, vincitore del Nobel per la Letteratura. Traduzione di Maria Cristina Lombardi.

(tratta dal sito di Crocetti Editore)

4 thoughts on “Tomas Tranströmer

  1. anonimo ha detto:

    cara Anna, cosa scriverebbe la tua musa meteoreopatica qui dove splende un sole perpetuo, e c'è una temperatura 18-25 gradi?
    Come stai? me la passo bene, direi, facendo raquanti scongiuri.
    Scrivimi, se hai voglia, cosa pensi della sentenza di Amanda. Io non penso gran ché perché mi stavano tutti antipatici.
    Baci
    Vale

  2. brianzolitudine ha detto:

    L'editore di Trans-quel-che-l'è è una micro casa editrice di Seregno

  3. arden ha detto:

    … ovviamente;-))

  4. linodigianni ha detto:

    Uno spazio di tempo
    lungo qualche minuto
    largo cinquantotto anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...