Insiste sordamente la mitraglia
di questa festa urlante che accompagna
il cedere del vecchio al nuovo anno.
Dura a lungo nell'aria, poi si stanca,
si fa sempre più rada e infine tace
nella notte che torna silenziosa.
Ma, prima dell'alba, nella pace
si sente all'improvviso un uccellino
che bisbiglia qualcosa e quasi canta.

12 thoughts on “

  1. linodigianni ha detto:

    buon anno,Arden..

  2. ermione64 ha detto:

    Ti auguro un anno pieno di emozioni positive un bacio da erm.

  3. colfavoredellenebbie ha detto:

    Alla coda di questo uccellino leghiamo affetto e auguri, ancora una volta, cara Anna.

  4. arden ha detto:

    Grazie, Lino, Ermione e Zena. Buon anno anche a voi.

  5. toporififi ha detto:

    A quell'ora i topi dormono stremati, e fanno gli auguri due giorni dopo, buon anno cara Anna.

  6. brianzolitudine ha detto:

    Auguri insubri! sempre accenti leopardiani colgo, nei tuoi oltimi versi. Sarà un caso?

  7. arden ha detto:

    Gli auguri sono sempre bene accolti, Mario, e a maggior ragione nei giorni feriali.

    Qui non so dove si senta Leopardi, Brian. La quiete dopo la tempesta, forse?
    Spero proprio che sia così in questi giorni. Oggi un bellissimo sole;-))

  8. unovalelaltro ha detto:

     buon anna 

  9. arden ha detto:

    :-D
    Beh, uno vale l'altro (di anni)… :-)

  10. aitan ha detto:

    Spero che canti ancora per tanto, tanto, tanto (l'uccellino e tu).

  11. brianzolitudine ha detto:

    Oh sissì. Ho il naso leopardiano fine, io. Accenti ci sono eccome, ovviamente dal Passero Solitario, con quell'uccellino che svolazza e soprattutto per quelle cannonate che si sentono lontano, e che rimbombano di villa in villa e che fanno molto Capodanno.


    Questo giorno ch’omai cede alla sera,
    Festeggiar si costuma al nostro borgo.
    Odi spesso un tonar di ferree canne,30
    Che rimbomba lontan di villa in villa.

    Parmi di leggere non Leo Pardi, ma la Madàme Setary!

  12. arden ha detto:

    Gli uccellini cantano, e vengono anche a mangiare sul terrazzino. I pettirossi, specialmente. Ma anche i passeri, benché non solitari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...