Natale sonnolento e alluvionale
– raccogliamo i resti postprandiali,
le briciole da parte ai passerotti
e nel lavello i piatti da lavare.

Si è spogliata la festa di ogni attesa
nonché dello scontento e della noia.
Gli antichi conflitti familiari
se ne stanno assopiti come i vecchi
davanti alla tivvù nei dopocena
o come i gatti quieti sui divani.
Ci compatiamo ormai, né più si aspetta
maggiore gioia che l'assenza di guai.

10 thoughts on “

  1. linodigianni ha detto:

    mi piace, Arden
    fa parte di quelle poesie tra l'alto e il basso
    che ci stanno d'intorno senza strepiti

    ( in segno di amicizia
    ti lascio una mia qui
    da cui sto ricavando un piccolo
    video, con foto)

    Abbi cara ogni cosa
    sia la nave lontana d’orizzonte
    o il pacchetto di infuso di frutta
    dal lontano Giappone, lacca preziosa.

    Abbi cara ogni cosa
    l’alluminio che fonde e unisce l’acciaio
    o uno sguardo rubato al corvo
    sul davanzale che passeggia e becchetta

    Abbi cara ogni cosa
    Anche se non sembra, anche se aspetti
    La Primavera cova a lungo i suoi profumi
    Per rilasciare, d’incanto, i prigionieri.

    Abbi cara ogni cosa
    Chi si porta appresso un numero
    Con tutto il Male dell’Universo
    Eppure cammina ancora
    Fiore, nuvola o ruscello
    Sa dove è il monte, dov’è il mare
    E questo, è tutto ciò che serve.

  2. arden ha detto:

    Questo è un bel regalo, Lino. Anche il video è suggestivo, bello. Grazie.

  3. brianzolitudine ha detto:

    E' un po' che non commento la tua prosodia, ma devo dire che "e nel lavello i piatti da lavare" è un verso splendido, ancorchè tanto ma taaaanto triste e crepuscolare. Par di sentire lo scroscio di acqua fredda del rubinetto, nel lavello. Però ha anche un che di positivo e luminoso, stile il leopardiano "e chiaro nella valle il fiume appare". Insomma, ha tante sfaccettature.

    Per il resto che dirti, Anna? Compatire qualcuno è già tanto, vista l'aridità dei rapporti umani del giorno d'oggi. E compatire – d'altra parte – viene da Cum Patire, soffrire insieme. Molto leopardiano pure quello, alla fin fine.

    Un grande hug di fine anno!

    Brian

  4. AnnaSetari ha detto:

    Oh, cielo, chissà come si inquieta Leopardi nella sua tomba, laggiù tra i mondezzai napoletani. Ma chissà, forse se la ride nel suo amaro modo…
    Ti ringrazio comunque per aver visto cose così belle in questi versi:-))

  5. colfavoredellenebbie ha detto:

    e invece, carissima, anch'io sentivo Leopardi :)

  6. anonimo ha detto:

    Anna Setari vien verso il lavello
    in sul calar del sole,
    col suo fare consueto; e reca in mano
    una pila di piatti sparecchiati,
    e là, siccome suole,
    lavarli ella si appresta
    col Nelsen piatti insieme alle tazzine…

    Un caro saluto napoletano da Giacomo, a te e alla Musa. E anche al Brian, nonostante quel suo infausto positivismo brianzolo che ben si meriterebbe qualche frustata di rami di ginestra.

  7. arden ha detto:

    O tempora, o mores! Anche zio Giacomo si è messo a fare spot pubblicitari – e nemmeno per qualche sorbetto, ma nientemeno che per un detersivo!
    Bello tuttavia, e anche molto gentile e sorridente.

    Zena, Leopardi è quasi-citato nel binomio "scontento e noia" in prossimità del vocabolo "festa", che evoca il suo "tristezza e noia" – ma non basta a far salire di qualche gradino questa poesiola;-))

  8. brianzolitudine ha detto:

    lol… tra un Canto e l'altro, ora pure i consigli per gli acquisti. Io ricordo dai banchi del liceo che nel periodo recanatese Giacomo prediligeva Mastro Lindo per i pavimenti e Last al limone per i piatti. Si vede che a Napoli i gusti son cambiati…

    Ma per spurgare il lavandino dalla morchia ammorbante, esimio Sig. Leopardi, vado positivamente di ventosa o secondo Lei è meglio Idraulico Liquido? 

     Brian

  9. arden ha detto:

    È un serio dilemma…
    Forse è meglio un bell' idraulico in carne ed ossa – giovane e gentile;-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...