estate 4

Ero in sogno nell'aia piena di vento
della tua casa in quella terra arsa
che sembra una coperta fatta a toppe
gialle e viola e a chiazze di bruciato
stesa su un letto enorme tutto ad onde.
Io avevo nella mano un sassolino
e tu, papà, la chiave per entrare.
E io, non so perché, per quale sfida
– troppo fidando, penso, nella sorte –
gettavo il sassolino nel cortile
scommettendo che l'avrei trovato
la sera con l'aiuto della luna
sotto il fico o tra i grilli in mezzo all'erba
tra le fessure delle vecchie pietre,
e sarei corsa a fartelo vedere
con le stelle tremanti sul cancello.
Ma ritirava la sua luce il giorno
nella risacca bruna della sera
e anche il vento cadeva
e  non si distingueva tra le altre
la mia pietruzza nel cortile muto.
E tu non c'eri, né altra anima viva.
E tu non c'eri, la casa era sbarrata.
E tu non c'eri, e né grilli né luna.

5 thoughts on “estate 4

  1. anonimo ha detto:

    Socchiudi la porta sulla fiaba del dolore.E allora la poesia diventa struggente, come sanno essere le lacrime bambine, che vanno a tempo con l'intermittenza dei singhiozzi e del fiato stazionante in gola.

  2. anonimo ha detto:

    l'anonimo, ma chissà perché, sono io.zena

  3. colfavoredellenebbie ha detto:

    Prova(di riappropriazione del nome)

  4. arden ha detto:

    Ti avrei riconosciuto, Zena, benché anonima:-) Chi altri avrebbe potuto scrivere parole così attente, così belle?

  5. linodigianni ha detto:

    ha, la poesia, il raro donodi mantenere la voceanche nelle pause tra le parolerisuonando nuova, in ciascuno di noicome antico è invece il fanstamadi quell'assorto, infantileanziano dolore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...