È così bella, sembra quella antica,
la luna questa notte che la guardo
con gli occhiali prescritti per la guida:
il suo contorno è ritornato netto
e scivola tagliente in mezzo alle ombre
tra cui viaggia apparendo e scomparendo.
Vorrei farle di nuovo una poesia,
ma non mi sembro più quella che ero
quando scrivevo versi in leggerezza,
e, per quanto mi cerchi con le lenti,
non mi distinguo più nella foschia.

One thought on “

  1. colfavoredellenebbie ha detto:

    Invece tu non cambi,  cara Arden: perché  la grazia non è soggetta a scadenza.La luna lo sa e ti cerca.Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...