Nel cuore della notte quando l’alba
sembra solo leggenda,
e il giorno ch’è trascorso un’illusione,
il ricordo d’ un sogno,
c’è un uccello che canta dentro il buio
o meglio fa sentire la sua voce –
un picchiettio e una piccola voluta
un accenno di nota.
Lo riscopro nei risvegli precoci
o rincasando tardi, senza sonno.
Non so dove abbia il nido –
se nel pino del prato o sopra il tetto,
o in un terrazzo di questo condominio.
Sembra che si confidi, che ridica
una  vicenda che non gli dà pace,
un suo dramma di inganni, di richiami
e di speranze senza fondamento –
un monologo lungo su un amore
che s’è smarrito forse quanto il giorno,
ma nella notte torna vivo e duole.
Nessuno gli risponde. Tuttavia
il suo non è lamento. Resta canto,
benché in tono minore.

14 thoughts on “

  1. anonimo ha detto:

    la tradussi ieri in 5 minuti, in una fuga dell’ufficio ma questa  volta  provo a tradurre con cura,  en el corazón de la noche, cuando el amanecer parece leyenda, hay un pájaro que canta en la oscuridad. È bellissima

  2. arden ha detto:

    Verrà come sempre meglio dell’originale:-) El amanecer già da solo è bellissimo come suono.

  3. nowhereman56 ha detto:

    Hai colto molto bene lo spirito di un momento, come uno spaccato di verità. Sono doni come ce ne concede solo il tempo rappreso della notte. Buona giornata. NM
     

  4. arden ha detto:

    Buon giorno anche a te, NM. Grazie per essere passato.

  5. nowhereman56 ha detto:

    Grazie per avere ricambiato la mia visita e per quel che hai scritto, a presto (nm)

  6. brianzolitudine ha detto:

    E’ un nuovo "tramonto della luna" gonfio di notturne note. E’ la tua musa, quell’uccellino?

  7. arden ha detto:

    Chi lo sa? Può darsi: ama i travestimenti, lei.

  8. anonimo ha detto:

    OT

    giovanni

  9. proteus2000 ha detto:

    Volevo dire PVT, e non OT.
    Mi sbaglio sempre.

    Bello, mi piace questo pigolio che è proprio canto, infine.

  10. arden ha detto:

    Grazie, María, per la tua bella traduzione.

  11. SiciliaL ha detto:

    spesso m’immagino il traduttore che invece avrai un giorno. Me lo prendo d’ispirazione mentre zoppico dietro i tuoi originali

  12. comoinpoesia ha detto:

    Navigando il web, sono ammarata sulle rive accoglienti del blog.
    Dopo l’ammaraggio, ammiro… e mi ritrovo…
    (Oh che piacevolissima scoperta… mi segno il link….)
    Ritornerò in lettura…

    luciana – comoinpoesia

    PS: 
    Mi è rivornata alla mente una poesia di Vincenzo Cardarelli

    "Non so dove i gabbiani abbiano il nido,
    ove trovino pace.
    Io son come loro
    in perpetuo volo.
    La vita la sfioro
    com’essi l’acqua ad acciuffare il cibo.
    E come forse anch’essi amo la quiete,
    la gran quiete marina,
    ma il mio destino è vivere
    balenando in burrasca."
    .

  13. arden ha detto:

    Grazie, e benvenuta Luciana:-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...