La pensavo altrove, lungo strade
del passato, con austeri caseggiati
dagli ingressi contornati da ottoni
in un profumo di umido e di bosso
o di zagare persino – in fondo è marzo –
invece è qua. La vedo di lontano
che traffica coi vasi sul balcone.
Non mi guarda. Come sempre infine
sono io che la chiamo – lei non pare
che mi abbia nel pensiero. O forse
vuole farsi ricercare. La perderei
per sempre, se aspettassi le sue grazie:
se pure le accadesse, fra vent’anni,
ma anche fra dieci, oppure cinque,
di accorgersi che un poco anch’io le manco,
non è detto che a queste finestre
da dove ora la penso e la corteggio
sia rimasta alcuna traccia di me,
del mio guardare dedicato a lei.

6 thoughts on “

  1. Jukas ha detto:

    passa da me….

  2. SiciliaL ha detto:

    la settimana scorsa leggevo il racconto di un partigiano di Roman Gary, (non trovai La vita davanti a se). Meno felice di quello di Fenoglio, il soldato, della questione privata della resistenza e di Fulvia. Uno dei suoi compagni, leggevo, vuole essere -sta muorendo- seppellito nel bosco, sotto la neve, senza che si lasci
    (è collaterallisimo il commento, vedrai :)) un’ampia e allegre digressione), senza che si lasci, torno, la minima traccia sua sopra la neve. Che suo padre, sopratutto, non possa mai trovarlo, vuole.
    Pensando nella traccia, commento -lasciando vagabondare il pensiero

    Buon sabato
    :))

  3. colfavoredellenebbie ha detto:

    cara Arden, è questo guardare ‘dedicato’ a far la differenza: lo sguardo dedicato è una direzione del cuore.
    Ad essa la poesia non può che rispondere.

    Buona domenica sorridente, cieli grigi a parte.

  4. arden ha detto:

    I cieli grigi sono piuttosto lagrimosi, Zena: sta piovendo da ore senza tregua. Ma già sono tornate le rondini e, non c’è niente da fare, tornerà presto anche il sereno. Lo anticipiamo sorridendo.

    María, grazie per la traccia che tu invece hai voluto lasciarmi. E buon lunedì, a questo punto:-)

  5. triana ha detto:

    Ciao Anna, un abbraccio di passaggio (in questo periodo non posso fare di più) ma forte, sentito e ‘nostalgico’:))

  6. arden ha detto:

    Anche da me un abbraccio, Triana, molto lungo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...