tentativo (malandato)

…………………………………….

……………. assopita
dentro il proprio sorriso
tra le serre e gli agrumi in limonaia.

(Ah, ….
…………………………….
………………. la pace aristocratica
di questi grandi platani
salvi perché isolati
nel recinto di mura e di cancelli.
Serbarla nella memoria
– come la dolce arcadia
che resiste assopita
nel sole di settembre
tra le stagioni in tenera arenaria
e l’effigie della Vigilanza,
a Villa Pisani, in limonaia.)

11 thoughts on “tentativo (malandato)

  1. proteus2000 ha detto:

    E’ un logo dove mi piace tornare. Peccato che io non possa trasferirmici.

    Grazie per averla salvata qui, in questa pagina, la dolcezza di qel pomeriggio. Io ho provato a raccontarla scattando qualche foto, ma non è la stessa cosa. A parte che come fotografo sono una schiappa.

    Sarebbe meglio dire “in questa pagina”, piuttosto che “in questo spazio”. Oppure “in questo quaderno”.
    “Spazio” lo direbbe un semplice blogger splinderiano, mentre tu sei una grande poetessa (non dimenticarlo).

  2. proteus2000 ha detto:

    E’ un “luogo”, volevo scrivere, e non un “logo”. Perdonami, ti sto spammando lo spazio dei commenti.
    Finisce che mi mandi al diavolo.

  3. naima2 ha detto:

    Molto bella. L’arcadia “assopita dentro il porprio sorriso” mi fa pensare a quelle figure galleggianti di Paladino.
    Mi sarei addormentata anch’io così.

  4. arden ha detto:

    Non sono una poetessa, Proteus. Mi sento presa in giro quando me lo sento dire.
    E questo è solo un tentativo evidentemente malriuscito che sono tentata di cancellare.

  5. arden ha detto:

    lascio solo quel verso che ti piace, Naima. Il resto è davvero orribile.

  6. brianzolitudine ha detto:

    splendida l’idea dell’assopimento nel sorriso, e l’ultimo verso è davvero schone, mi ricorda Goethe.

    Al mio paese ci sta una magnifica limonaia, me gusta. Unico appunto, tante erre nel penultimo verso, ma visto che si parla di agrumi ci può stare.

    ;)

  7. arden ha detto:

    È che proprio era brutta nel suo complesso, Brian. Meglio lasciarla perdere.

  8. proteus2000 ha detto:

    Ma che cavolo fai?

  9. arden ha detto:

    Niente: ho tolto il di più:-)

  10. CarmenDamore ha detto:

    Era davvero così orribile?
    Anch’io sai, ho due piante di limoni in vaso ai lati della porta che dalla cucina dà sul giardino. Giardino per modo di dire: una specie di cortile con un’aiola di piante aromatiche e una di piante grasse. C’è anche una ginestra però. E la casetta delle api.

    (ma era davvero orribile?)

  11. brianzolitudine ha detto:

    Non poteva esser peggio di questo…

    Kennst du das Land, wo die Zitronen blühn,
    Im dunklen Laub die Goldorangen glühn,
    Ein sanfter Wind vom blauen Himmel weht,
    Die Myrte still und hoch der Lorbeer steht,
    Kennst du es wohl? Dahin! Dahin
    Möcht ich mit dir, o mein Geliebter, ziehn!

    Conosci tu il paese dove fioriscono i limoni?
    Nel verde fogliame splendono arance d’oro
    Un vento lieve spira dal cielo azzurro
    Tranquillo è il mirto, sereno l’alloro
    Lo conosci tu bene? Laggiù, laggiù
    Vorrei con te, o mia amata, andare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...